Gli ETF Dell’Oro Postano I Minimi Degli Ultimi 5 Anni.
Inviato October 28, 2014
Da Analista FX Empire - Barry Norman

gold monday bnsQuesta mattina il mercato aurifero rimane sostanzialmente invariato poiché l’attenzione dei trader è interamente rivolta alla riunione di due giorni della Fed, riunione che inizierà nella tarda giornata di oggi. La maggior parte degli analisti non si aspettano nulla di nuovo, tuttavia, non escludiamo la possibilità di assistere a qualche sorpresa da parte della Fed. Detto questo, gli investitori sperano che tale riunione possa fornire indicazioni più precise riguardanti il possibile aumento dei tassi d’interesse previsto per i primi mesi del 2015. L’oro si muove leggermente al ribasso ed è scambiato a 1.227,80$. Ricordiamo come abbia chiuso la scorsa settimana  a 1.230,00$.

Prima della riunione del Comitato federale del mercato aperto, FOMC, riunione presieduta dal presidente Janet Yellen e che avrà come tema principale l’aumento dei tassi di interesse, il dollaro statunitense si muove al ribasso. I trader dei future hanno rivisto le loro scommesse sui tempi previsti per l’aumento dei suddetti tassi d’interesse, infatti il 66% sostiene che l’aumento inizierà a prendere piede da dicembre 2015 contro un 85% registrato lo scorso mese che aveva ipotizzato l’inizio di tale programma ad ottobre 2015. Stando a quanto precedentemente dichiarato dalla Fed, questo mese, il programma di ridimensionamento monetario dovrebbe giungere a termine. Ricordiamo come il tasso di interesse di riferimento sia bloccato allo 0-0,25% dal 2008 .

I prezzi dell’oro si muovono al ribasso poiché le partecipazioni nei prodotti negoziati in borsa supportati dal metallo postano i minimi degli ultimi 5 anni. lunedì i future dell’oro si muovono fortemente al ribasso per la quinta sessione consecutiva sul retro delle previsioni che vedono la Federal Reserve terminare il suo programma di ridimensionamento monetario. La maggior parte dei grandi investitori e degli acquirenti al dettaglio hanno approfittato del recente rally per vendere il prezioso, inoltre le partecipazioni  degli Exchange Traded Funds garantiti dall’oro fisico hanno postato i minimi degli ultimi 5 anni.

Vendite nette per 13 tonnellate hanno portato le partecipazioni su un totale di 1.654,2 tonnellate; il valore più basso mai registrato dal settembre 2009 quando il lingotto era negoziato al di sotto dei 1.000$ l’oncia. Nel Dicembre 2012 lo ricordiamo le partecipazioni sui lingotti avevano toccato una cifra record di 2.632 tonnellate o 93 milioni di once. La mancanza d’interesse per i metalli preziosi spinge anche l’argento al ribasso, infatti, il metallo bianco raggiunge i 17,182$, tuttavia, i prezzi vantaggiosi continuano ad attrarre acquirenti, pertanto questa mattina l’argento guadagna 21 punti supportato anche da un dollaro debole. Il platino perde 2,50$ ed è negoziato a 1.255,55$

I metalli industriali rimangono deboli, eccezion fatta per il rame che guadagna 8 punti  sul retro di un ribasso dei prezzi delle case in Cina, ribasso che non avveniva da anni e che potrebbe supportare la costruzione di nuove abitazioni. Il metallo rosso è scambiato a 3.068$, ovvero in prossimità dei massimi delle ultime 2 settimane. Detto questo, la possibilità di assistere ad uno sciopero nella terza più grande miniera mondiale di rame, supporta i prezzi del metallo poiché alimenta le preoccupazioni riguardanti un conseguente calo dell’offerta. A tale proposito ricordiamo come, nella giornata di ieri, la  Freeport-McMoRan Inc.’s abbia mostrato come i lavoratori abbiano programmato uno sciopero di 30 giorni presso la miniera Grasberg in Indonesia, sciopero che inizierà il 6 novembre e che vede come causa principale la sicurezza dei lavoratori.

L’alluminio guadagna lo 0,8% sull’LME ed è scambiato a 1.983$i a tonnellata. Le scorte si muovono al ribasso per la cinquantatreesima sessione consecutiva registrando il più lungo ribasso dal novembre del 2000. Lo zinco e il nichel si muovono al ribasso. Lo zinco scende per la settima settimana consecutiva.

 

Posted by bordingr at 29 Oct, 2014 8:07 AM Categoria: Notizie oro
Tags: