I Metalli Nella Mattinata: Oro Al Rialzo Rame Al Ribasso
Inviato January 12, 2015 12:01 (GMT)
Da Analista FX Empire - Barry Norman 
I Metalli Nella Mattinata: Oro Al Rialzo Rame Al Ribasso

I Metalli Nella Mattinata: Oro Al Rialzo Rame Al Ribasso

Il mercato aurifero continua a sorprendere gli speculatori guadagnando più di 10$ per attestarsi su quota 1226,20$, nettamente al di sopra del livello di resistenza dei 1220$. Il dollaro e i titoli azionari non sono stati in grado di reagire ai numeri più forti del previsto mostrati dal rapporto sul lavoro negli Stati Uniti. Dopo quattro settimana di incertezza politica legata alla Grecia, il prezioso sembra essere proiettato verso il suo primo guadagno settimanale poiché gli investitori hanno incrementato le loro posizioni nei beni sicuri.

Nel mese di dicembre l’economia statunitense ha creato 252.000 nuovi posti di lavoro portando il tasso di disoccupazione al 5,6%. Gli economisti avevano previsto un incremento di 240.000 posti di lavoro e un tasso di disoccupazione del 5.7%. Detto questo, nonostante i forti miglioramenti riportati dal mercato del lavoro, gli investitori continuano a prestare particolare attenzione ai verbali dell’ultima riunione Fed, verbali rilasciati mercoledì che mostrano come l’istituto di credito sia intenzionato a prendere in considerazione la possibilità di posticipare il rialzo dei tassi di interesse in previsione di una bassa inflazione.

Ricordiamo come la riunione della BCE abbia avuto luogo proprio una settimana prima di quella della Fed, scenario che “mette in guardia” i trader dell’oro. Tra pochi giorni la Federal Reserve entrerà nel suo periodo di blackout. Stando a quanto dichiarato giovedì da Eric Rosengren, presidente della Federal Reserve di Boston, l’istituto di credito potrebbe optare per una “tempistica più lunga” non solo per quanto riguarda il primo rialzo dei tassi di interesse ma anche per quelli successivi. L’oro, che non ha rendimento, potrebbe subire le conseguenze del rialzo. L’argento guadagna 168 punti rimanendo comunque in prossimità dei 16.50$. Questa mattina il metallo é scambiato a 16,587$. Il platino si muove al ribasso raggiungendo quota 1.233,70$ poiché il rapporto oro/platino é sempre più vicino allo zero.

La scorsa settimana i metalli di base sull’LME si sono mossi al ribasso sul retro di un dollaro forte che ha spinto i prezzi del greggio al ribasso alimentando le preoccupazioni riguardanti una possibile riduzione della domanda cinese, il principale consumatore mondiale del prodotto.  A tale proposito, ricordiamo come la Cina rappresenti anche il 40% della domanda mondiale di metallo e come un rallentamento della sua crescita economica congiuntamente ad un calo del mercato immobiliare possa ridurre ulteriormente la domanda di rame. Questa mattina il metallo rosso si muove nuovamente al ribasso perdendo 10 punti per attestarsi su quota 2.750$. Detto questo, ci sembra opportuno segnalare come la scorsa settimana i prezzi del rame abbiano postato un calo del 2.3% sul retro delle forte incertezze riguardanti il consumo cinese. Pechino ha ridotto ulteriormente le tasse di esportazione del metallo, scenario che potrebbe moltiplicare le esportazioni creando un eccesso dell’offerta.

Posted by bordingr at 12 Jan, 2015 2:44 PM Categoria: Notizie oro
Tags: