Mercato Dei Metalli Piuttosto Stabile
Inviato
By 

Rigevi segnali forex buy/sell direttamente sulla tua email o via SMS. 
Per saperne di più clicca qui
Mercato Dei Metalli Piuttosto Stabile

Mercato Dei Metalli Piuttosto Stabile

Giovedì mattina il mercato aurifero si muove tra piccoli guadagni e altrettante perdite. Il prezioso guadagna 1,40$ ed è scambiato a 1210,70$ mentre l'argento posta un rincaro di 77 punti per attestarsi su quota  17,182$. Il platino rimane invariato a 1.156,45$. Gli investitori continuano a studiare attentamente ogni possibile indizio che possa fornire maggiori informazioni sull'innalzamento dei tassi d'interesse Fed. I verbali rilasciati ieri, relativi all'ultima riunione della Federal Reserve, tenutasi ad aprile, hanno mostrato come i politici ritengano prematuro innalzare i tassi d'interesse a giugno, visione ampiamente diffusasi nel mercato a seguito dei deludenti dati economici riportati degli Stati Uniti.

I verbali hanno mostrato come i funzionari stiano prendendo seriamente in considerazione la possibilità di posticipare l'innalzamento dei tassi di interesse, evidenziando come la Fed sia intenzionata ad evitare quella volatilità del mercato  strettamente legata al suddetto innalzamento. Tale argomento, verrà discusso nelle prossime riunioni.

Detto questo, ci sembra opportuno ricordare come i prezzi del mercato aurifero stiano lottando da metà marzo per uscire dal range di trading compreso tra la maniglia dei 1,170$ e quella dei 1,230$. I prezzi sono stati ostacolati dall'incertezza relativa alla tempistica dell'innalzamento dei tassi di interesse degli Stati Uniti.

Stando a quanto dichiarato mercoledì dalla banca centrale, il primo maggio le riserve aurea della Russia si attestavano su quota 40.1 milioni di once troy, in rialzo rispetto ai 39.8 milioni del mese precedente.  Nel frattempo l'India permetterà ai cittadini di depositare l'oro in banca guadagnando degli interessi. Il secondo maggior consumatore di oro al mondo sta infatti cercando di ridurre la dipendenza dalle importazioni.

Negli incontri la Federal Reserve ha mostrato come la crescita economica abbia subito un rallentamento dettato principalmente da "fattori transitori" come il ribasso  dei prezzi energetici e di quelli relativi alle importazioni, fattori che hanno innescato una rivalutazione del dollaro.

La Federal Reserve rivede in ribasso le stime per l'economia statunitense e in particolare, quelle relative al mercato del lavoro, alle spese familiari e alle attività d'investimento.

Il FOMC ha mostrato come l'inflazione sia ancora nettamente al di sotto del suo obiettivo annuale del 2%, indicato nella riunione di aprile, pertanto, il presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, si è mostrata fortemente intenzionata a voler tenere sotto controllo le pressioni inflazionistiche. Dopo il forte calo riportato a gennaio, nel mese di marzo l'indice dei prezzi al consumo posta un lieve rimbalzo registrando un incremento dello 0,2% rispetto al mese precedente.

I metalli industriali sono scambiati su una nota mista, il rame si muove in rialzo sulla scia dei deboli numeri mostrati dal rapporto sul PMI manifatturiero rilasciato dall'HSBC, numeri che hanno incrementato le speranza di un possibile stimolo da parte della Cina. I numeri sono in rialzo rispetto al mese precedente, tuttavia, rimangono al di sotto delle aspettative mostrando una contrazione. Il rame guadagna 14 punti ed è scambiato a 2.843$. La lettura flash HSBC relativa al PMI manifatturiero di maggio ha mostrato un lieve incremento raggiungendo i 49,1 punti contro i 48,9 di aprile. L'indice della produzione posta un calo raggiungendo i 48.4 punti, i minimi degli ultimi 13 mesi.

La lettura flash del PMI manifatturiero ha mostrato anche un calo della produzione, il  primo calo del 2015, una riduzione della domanda interna ed esterna, e un ridimensionamento dei posti di lavoro, scenario che mostra la difficoltà del settore ad espandersi poiché la produzione aziendale inizia ad essere allineata ad una domanda piuttosto carente.
Posted by admin at 22 May, 2015 8:14 AM Categoria: Notizie oro
Tags: