l Rame Espande Il Suo Declino
Analista FX Empire - Barry Norman
Inviato


Rigevi segnali forex buy/sell direttamente sulla tua email o via SMS. 
Per saperne di più clicca qui
Il Rame Espande Il Suo Declino

Il Rame Espande Il Suo Declino

Questa mattina il rame si muove nuovamente in ribasso perdendo 2 punti  dopo aver postato i minimi degli ultimi due mesi sulla scia di un dollaro statunitense forte e dei numeri poco brillanti mostrati dalla Cina, il più grande consumatore mondiale di metalli. Il rame è scambiato a 2.669$.

I metalli di base si muovono in rialzo sulla scia dei numeri più forti del previsto rilasciati dalla Cina. La produzione industriale raggiunge il 6,1% e le vendite al dettagli si attestano sul 10,1% in linea con le aspettative, tuttavia, gli investimenti di capitale fisso non raggiungono l'11,4%, dati precedentemente registrati. La Commerzbank ha mostrato come "Questi conteggi siano più in meno in linea con una stabilizzazione dell'economia cinese" aggiungendo che " le misure di stimolo attuale dal governo cinese e dalle banca centrale dovrebbero continuare a supportare l'economia nazionale anche nei prossimi mesi, scenario che dovrebbe incrementare la domanda di metalli".

Nella sessione di ieri il rialzo dei prezzi del greggio e un ribasso del dollaro statunitense hanno supportato il mercato dei metalli, tuttavia, nella sessione odierna l'euro restituisce parte dei suoi guadagni attestandosi su quota 1,1266 contro il dollaro statunitense. A tale proposito, ci sembra opportuno segnalare come mercoledì la valuta comune abbia postato i massimi dal 18 maggio a 1.13.

Nonostante l'incremento della produzione industriale cinese gli investitori ritengono che le misure di stimolo attuate da Pechino non siano così forti da garantire la crescita economica del paese.

Dopo aver guadagnato lo 0,3% il metallo rosso di muove in ribasso perdendo l'1%. Stando ai dati rilasciati giovedì dal National Bureau of Statistics, nel mese di maggio la produzione industriale registra un incremento del 6,1% rispetto allo scorso anno. I numeri riportati mostrano un lieve miglioramento rispetto ai dati rilasciati a marzo, quando la produzione industriale si attestava in prossimità dei minimi dal 2008. Per quanto riguarda gli investimenti fissi, i numeri non raggiungono le aspettative. Mercoledì la Cina ha concesso un ulteriore quota di 1 miliardo di yuan (161.000 dollari) alle province al fine di semplificare la stretta creditizia e consentire ai cittadini di scambiare il debito ad alto tasso di interesse con obbligazioni a basso costo.

I metalli preziosi si sono concentrati principalmente sui numeri delle vendite al dettaglio che sono risultati più forti del previsto incrementando così la possibilità di assistere ad un innalzamento dei tassi di interesse Fed. Il dollaro si muove in rialzo ed è scambiato a 95.02 mentre il mercato aurifero posta un ribasso passando dai precedenti 1.185$ agli attuali 1.182,30$, appena al di sopra dei 1.180$. L'argento rimane al di sotto del livello di resistenza dei 15,973$ mentre il platino, che segue le orme dell'oro e dell'argento, posta un calo di 1,75$ per attestarsi su quota 1.106,10$. Il mercato aurifero sembra essere proiettato verso il primo rialzo settimanale in un mese poiché il Fondo Monetario Internazionale ha deciso di sospendere i negoziati con la Grecia incrementando così le prospettive di un innalzamento dei tassi di interesse statunitensi. Il gruppo di lavoro del Fmi ha lasciato Bruxelles poiché non ha riscontrato nessun progresso negli accordi con la Grecia.

Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha abbandonato la sua posizione neutrale come mediatore "lanciando un ultimatum" al Primo Ministro greco Alexis Tsipras. Atene deve fermare le manovre e decidere se accettare o meno le condizioni finanziarie. Il braccio di Ferro tra l'Unione Europea e la Grecia ha alimentato le preoccupazioni riguardanti una possibile uscita della Grecia dall'Eurozona, scenario che potrebbe incrementare la domanda del lingotto, da sempre considerato come un rifugio sicuro per i propri investimenti.
Posted by bordingr at 12 Jun, 2015 11:32 AM Categoria: Notizie oro
Tags: