Metalli In Rialzo E In Ribasso Senza Direzione
luglio 15, 2015 09:57 (GMT)
By Analista FX Empire - Barry Norman
Metalli In Rialzo E In Ribasso Senza Direzione

Metalli In Rialzo E In Ribasso Senza Direzione

Questa mattina il mercato aurifero rimane invariato in prossimità del suo fondo settimanale a 1.153,90$. I trader dell'oro sembrano piuttosto cauti e attendono la testimonianza di Janet Yellen di fronte ai legislatori degli Stati Uniti. Questo pomeriggio, la Yellen inizierà la sua testimonianza semestrale di due giorni sulla politica monetaria. I trader sperano che la Yellen fornirà maggiori informazioni sulle future azioni della Fed, tuttavia, ci sembra opportuno segnalare come non ci sia molto da aggiungere alle dichiarazioni di venerdì. La scorsa settimana, infatti, la Yellen ha mostrato come la Federal Reserve sia intenzionata ad innalzare i tassi di interesse entro quest'anno, tuttavia, l'inaspettato calo delle vendite al dettaglio statunitensi registrato nel mese di giugno ha rinnovato le preoccupazioni riguardanti un possibile rallentamento della più importante economia mondiale. L'argento rimane invariato a 15.315$ mentre il platino guadagna 3.60$ ed è scambiato a 1030,00$.

Lo scorso mese le vendite al dettaglio degli Stati Uniti hanno riportato un calo dello 0,3%, la lettura più debole dal mese di febbraio, dopo che i dati di maggio hanno registrato un incremento dell'1%. I numeri sono stati rilasciati prima la Yellen rilasciasse la sua testimonianza semestrale sulla politica monetaria davanti alla Camera dei Rappresentanti, prevista per mercoledì pomeriggio, nella quale la stessa dovrebbe ribadire l'intenzione di voler innalzare i tassi di interesse entro la fine dell'anno, argomento discusso anche la scorsa settimana.

Prima della testimonianza della Yellen, la Cina, il più grande consumatore mondiale di oro, ha rilasciato i dati relativi al prodotto interno lordo del secondo trimestre. Nel periodo compreso tra aprile e giugno, il PIL della seconda economia mondiale avrebbe dovuto riportare in incremento del 6,9%, il ritmo più lento degli ultimi sei hanno, tuttavia, i dati hanno sorpreso gli analisti mostrando un inaspettato aumento del 7%.

Dopo aver postato i minimi degli ultimi 4 mesi nella sessione di venerdì, i prezzi del metallo giallo rimangono sotto pressione poiché il dollaro statunitense perde terreno contro l'euro sulla scia di un rinnovato ottimismo che vede la Grecia ricevere nuovi finanziamenti dai suoi creditori europei.

Dopo il massiccio sell off di martedì che ha visto i prezzi del prezioso registrare un calo del 2% postando i minimi degli ultimi 4 mesi, nel fine settimana il metallo giallo si stabilizza su quota 1.162,80$ l'oncia. a tale proposito ci sembra opportuno segnalare come il massiccio sell off di martedì sia stato dettato dal forte calo delle azioni cinesi. La Cina, il più grande consumatore mondiale di prodotti grezzi, ha quindi registrato un crollo del mercato azionario che, congiuntamente ad un rallentamento della crescita economica, ha esercitato una forte pressione sul mercato dei metalli.

Questa mattina, i dati cinesi hanno battuto le aspettative consentendo all'argento di mostrare una certa stabilità poiché i metalli industriali e quelli di base hanno interpretato tali dati in modo positivo. L'argento, metallo prezioso e allo stesso tempo  industriale, beneficia di una gamma di dati più ampia. Il rame rimane invariato a 2,5400$ dopo che la produzione industriale cinese ha mostrato un incremento del 6,8% contro le aspettative del 6% e dopo che il PIL del paese ha riportato un aumento del 7% contro il 6,0% precedentemente stimato. A tale proposito, ci sembra opportuno segnalare come i metalli di base siano principalmente utilizzati per la costruzione e lo sviluppo delle infrastrutture; l'utilizzo del rame si estenda anche all'industria manifatturiera, linfa vitale delle esportazioni cinesi.

Nel mese di giugno le importazioni di rame erano di 350,000 tonnellate, in calo del 2,8% rispetto a maggio. I dati hanno postato i minimi degli ultimi 4 mesi. Le importazioni del primo trimestre mostrano un calo dell'11% rispetto a quelle registrate nello stesso periodo del 2014. Segnaliamo, inoltre, un cale della domanda di rame da utilizzare come veicolo di finanziamento nel settore bancario. Detto questo, la domanda rimane debole.
Posted by bordingr at 15 Jul, 2015 2:20 PM Categoria: Notizie oro
Tags: