Dimenticato dal mercato e distante da quei massimi del 2011, quando quotava oltre tre volte i prezzi correnti, l’argento sta costruendo un’interessante base da cui ripartire.

Osservando più in dettaglio l’andamento attuale dei prezzi è possibile notare che da luglio ad oggi le quotazioni hanno trovato un buon sostegno nella zona di 14,50 dollari l’oncia e che pur quando la volatilità ha spinto i prezzi al di sotto, questi hanno reagito nel giro di poche sedute riportandosi al di sopra di questa soglia.

 

SI1 LTGrafico di lungo termine dell’argento (Fonte: Bloomberg)

SI1 MTGrafico di medio termine dell’argento (Fonte: Bloomberg)

In termini squisitamente grafici, è possibile affermare che si stanno creando i presupposti per una partenza al rialzo delle quotazioni e che una volta superata la resistenza in zona 15,50-15,70 i prezzi potranno spingersi facilmente verso i 17-17,50 dollari.

Gold silver ratioGold/Silver Ratio (Fonte: Bloomberg)