Rame al massimo di 3 settimane dopo la decisione di Glencore
Materie prime & Futures12.10.2015 09:55
© Reuters.  Il rame schizza al massimo di 3 settimane tra i timori per le scorte di Glencore© Reuters. Il rame schizza al massimo di 3 settimane tra i timori per le scorte di Glencore

Investing.com - I futures del rame subiscono un’impennata al massimo di tre settimane questo lunedì, nei timori per la riduzione delle scorte da parte del gigante del settore minerarioGlencore (L:GLEN).

Sulla divisione Comex del New York Mercantile Exchange, il rame con consegna a dicembre ha toccato il massimo intraday di 2,435 dollari la libbra, il massimo dal 18 settembre, prima di attestarsi a 2,434 dollari negli scambi della mattinata londinese, in salita di 2,0 centesimi, o dello 0,82%.

Venerdì, il rame è schizzato di 7,1 centesimi, o del 3,03%, tra i timori che i tagli alle scorte da parte di Glencore possano scatenare un’ondata di acquisti dei metalli industriali.

L’elvetica Glencore ha reso noto che taglierà la produzione annua di zinco di circa 500.000 tonnellate metriche, l’ultima di una serie di chiusure di miniere, dal momento che il gruppo sta cercando di ridurre i debiti per far quadrare il bilancio.

Il mese scorso, Glencore ha annunciato tagli simili alla produzione di rame, interrompendo le operazioni in due miniere di rame in Africa per 18 mesi e rimuovendo circa 500.000 tonnellate metriche delle scorte annue dal mercato globale.

Intanto, i futures dell’oro con consegna a dicembre salgono di 8,70 dollari, o dello 0,75% al massimo di sette settimane di 1.164,60 dollari l’oncia troy, tra le speranze che la Federal Reserve decida di non alzare i tassi di interesse prima del 2016.

Un eventuale rinvio dell’aumento dei tassi di interesse farebbe salire il prezzo dell’oro, poiché si ridurrebbero i costi di gestione del metallo, che non offre agli investitori un ritorno assicurato.

I traders attendono i report economici USA sulle vendite al dettaglio e sull’inflazione, previsti nel corso della settimana, per avere maggiori indicazioni sull’andamento futuro della politica monetaria.

Negli ultimi mesi, la tempistica dell’aumento dei tassi da parte della Fed è stata costantemente sotto i riflettori.

Questo lunedì non ci saranno scambi sul Comex per via del Columbus Day negli Stati Uniti. Le transazioni elettroniche saranno registrate domani.



Posted by bordingr at 12 Oct, 2015 11:19 AM Categoria: Notizie oro
Tags: