Futures Oro / Argento / Rame - previsione settimanale 19 - 23 ottobre
Materie prime & Futures18.10.2015 13:02
© Reuters.  Il prezzo dell’oro è sceso venerdì ma ha chiuso la settimana in salita tra le aspettative per i tassi della Fed© Reuters. Il prezzo dell’oro è sceso venerdì ma ha chiuso la settimana in salita tra le aspettative per i tassi della Fed

Investing.com - Il prezzo dell’oro ha interrotto cinque giorni di impennata venerdì, ma ha comunque chiuso la settimana in salita tra le crescenti aspettative che la Federal Reserve possa decidere di non alzare i tassi di interesse fino al prossimo anno.

L’oro con consegna a dicembre sulla divisione Comex del New York Mercantile Exchange scende di 4,40 dollari, dello 0,37% a 1.183,10 dollari l’oncia troy alla chiusura degli scambi di venerdì.

Il giorno prima, l’oro è schizzato a 1.191,70 dollari, il massimo dal 22 giugno, tra le speculazioni che la Fed non alzi i tassi prima del prossimo anno, speculazioni supportate dai report economici deludenti.

Sulla settimana, il prezzo del metallo prezioso è schizzato di 27,70 dollari, o del 2,36%, il secondo aumento settimanale consecutivo.

Il prezzo del metallo prezioso è stato incoraggiato nelle ultime sedute dalla riduzione delle aspettative di un aumento dei tassi da parte della Fed entro la fine dell’anno.

Un eventuale rinvio dell’aumento dei tassi sarebbe rialzista per l’oro, dal momento che si ridurrebbero i costi di gestione del metallo che non offre agli investitori un ritorno assicurato.

L’Indice del Dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, venerdì ha chiuso in salita a 94,76. Il biglietto verde ha chiuso la settimana in calo dello 0,31%, il terzo calo settimanale consecutivo.

All’inizio della settimana, l’indice è crollato al minimo di sette settimane sotto il livello di 94,00, tra le speculazioni di un rinvio dell’aumento dei tassi da parte della Fed.

La tempistica dell’aumento dei tassi di interesse statunitensi negli ultimi mesi è stato un costante oggetto di discussione sui mercati.

La banca centrale USA ha in programma altri due vertici di politica monetaria prima della fine dell’anno, a fine ottobre e a metà dicembre.

Sempre sul Comex, i futures dell’argento con consegna a dicembre scendono di 5,0 centesimi, o dello 0,31%, venerdì e si attestano a 16,11 dollari l’oncia troy alla chiusura degli scambi. Sulla settimana, i futures dell’argento hanno subito un’impennata di 31,9 centesimi, o dell’1,89%.

Intanto, il rame con consegna a dicembre è sceso di 1,9 centesimi, o dello 0,8% venerdì a 2,403 dollari la libbra. Sulla settimana, il prezzo del rame è sceso di 1,0 centesimi, o dello 0,41%, per via del persistere dei timori legati alla domanda futura da parte della Cina, il principale consumatore della materia prima.

Il prezzo del rame è andato sotto forte pressione alla vendita nelle ultime settimane nei timori per un indebolimento economico globale causato dalla Cina, timori che hanno messo in guardia i traders ed hanno pesato sul sentimento.

La nazione asiatica è responsabile di quasi il 40% della domanda globale ed è il principale consumatore mondiale del metallo industriale.

Questa settimana, gli investitori seguiranno con particolare attenzione i dati sulla crescita economica cinese del terzo trimestre, attesi per domani, in un clima di apprensione per lo stato di salute della seconda economia mondiale.

I riflettori saranno puntati inoltre sull’esito del vertice di giovedì della Banca Centrale Europea tra le speculazioni che la banca possa implementare il programma di stimolo monetario.

Investing.com ha compilato una lista di questi ed altri eventi significativi che potrebbero influenzare i mercati.

Lunedì 19 ottobre

La Cina pubblicherà i dati sulla crescita economica del terzo trimestre, nonché i report sulla produzione industriale e gli investimenti fixed asset.

Nel corso della giornata, il Governatore della Fed Lael Brainard terrà un discorso durante un evento a Chicago.

Martedì 20 ottobre

Gli Stati Uniti rilasceranno i dati sulle concessioni edilizie e le nuove costruzioni.

Il Presidente della Fed di New York William Dudley ed il Governatore della Fed Jerome Powell interverranno durante un evento a New York.

Mercoledì 21 ottobre

La Banca del Canada annuncerà il tasso di interesse di riferimento e pubblicherà la dichiarazione sui tassi, in cui verranno delineate le condizioni economiche ed i fattori che influenzano le decisioni di politica monetaria. L’annuncio darà seguito da una conferenza stampa.

Giovedì 22 ottobre

La BCE annuncerà la decisione di politica monetaria. L’annuncio sui tassi sarò seguito da una conferenza stampa post-vertice con il Presidente Mario Draghi.

Gli Stati Uniti rilasceranno i dati sulle nuove richieste di sussidio di disoccupazione e le vendite di case esistenti.

Venerdì 23 ottobre

La zona euro rilascerà i dati sull’attività del settore manifatturiero e di quello dei servizi.



Posted by bordingr at 19 Oct, 2015 8:13 AM Categoria: Notizie oro
Tags: