Il salto dell’oro stimola le vendite, crolla il sentiment per l’argento

Oro Oggi

L'incremento del prezzo dell'argento del 7% scatena un'ondata di vendite, ma gli investitori continuano a far crescere le quantità aggregate in custodia,scrive Adrian Ash di BullionVault.
 
Il forte incremento del prezzo dell’oro dello scorso mese ha spinto un elevato numero di clienti a vendere, mentre il numero di acquirenti è diminuito, secondo i dati mostrati dall’ultimo Gold Investor Index di BullionVault.   
 
L’indice – realizzato sulla base della sola attività di trading effettuata dai clienti della compagnia con oltre 100 milioni di dollari scambiati mediamente al mese – è sceso dal dato di 52.6 del mese di settembre al dato di 51.1 di ottobre, vicino al minimo di 5 anni realizzato a Capodanno, mentre il prezzo dell’oro è invece salito di oltre il 3%. 
 
La lettura di 50.0 indicherebbe un perfetto equilibrio tra acquirenti e venditori netti durante il mese. 
 
Ottobre ha mostrato il minor numero di acquirenti netti dal mese di dicembre ed il maggior numero di venditori dal mese di gennaio. Entrambi i mesi avevano indicato lo stesso indice minimo di 5 anni e mezzo a 50.5.
  
Per ciò che riguarda l’argento, il numero di venditori netti rispetto agli acquirenti è stato il più elevato dal gennaio del 2012, dall’inizio della compilazione del Silver Investor Index di BullionVault. 
 
grafico prezzo oro dollari
 
L’indice per l’argento ha segnato una nuova serie di minimi, scendendo da 51.7 a 47.8, mentre il prezzo medio mensile di ottobre è salito del 6,7% da settembre, il rally più rapido dal mese di agosto del 2013.
 
Gli investitori possono vendere facilmente così come acquistare nella nostra piattaforma e l’incremento dei prezzi ha dato a coloro che avevano metallo in deposito l’opportunità di vendere, in maniera tale da monetizzare i profitti o ridurre le perdite dopo le diminuzioni dei prezzi durante il periodo estivo. 
 
Sebbene le quantità complessive di oro siano continuate a salire anche nel mese di ottobre, gli investitoti privati si mostrano diffidenti nel seguire costantemente il movimento dei prezzi, preferendo invece costruire la loro posizione in oro in maniera stabile. 
 
Le aspettative sull’incremento dei tassi di interesse americani si dimostreranno probabilmente determinanti per i prezzi dell’oro e dell’argento con l’avvicinarsi del nuovo anno. Gli investitori che credono che la Fed non alzi i tassi nuovamente nel mese di dicembre potrebbero saggiamente costruire la loro posizione sui metalli preziosi in anticipo.
 
Il totale dell’argento in deposito è salito per il settimo mese di fila a ottobre, con un incremento di oltre 4 tonnellate, per arrivare al nuovo record al di sopra delle 535 tonnellate.
 
grafico prezzo oro argento
 
Anche le proprietà di oro sono salite per l’ottavo mese del 2015 fino adesso, 28 chilogrammi in più nel mese di ottobre per arrivare oltre le 34.4 tonnellate.
Posted by bordingr at 07 Nov, 2015 2:06 PM Categoria: Notizie oro
Tags: