Oro al massimo di 9 settimane, volatilità sui mercati azionari globali
Materie prime & Futures11.01.2016 11:01
© Reuters. L’oro resta vicino al massimo di nove settimane© Reuters. L’oro resta vicino al massimo di nove settimane

Investing.com - Il prezzo dell’oro resta vicino al massimo di nove settimane della seduta precedente questo lunedì, poiché gi traders scelgono il metallo prezioso come investimento rifugio vista l’alta volatilità sui mercati azionari globali.

Questo lunedì i titoli azionari cinesi sono nuovamente crollati, con l’indice Shanghai Composite e l’indice CSI300 che hanno chiuso con un crollo di oltre il 5% nonostante i tentativi di Pechino di stabilizzare i mercati. La scorsa settimana, l’indice Shanghai Composite ha perso tutti i guadagni del 2015, segnando un crollo del 10% in soli cinque giorni.

Le borse europee hanno visto un’apertura più stabile questo lunedì e guadagnano terreno con gli investitori che hanno deciso di ignorare l’andamento ribassista dei mercati asiatici ed i timori per la crescita economica cinese.

Intanto, i futures dei titoli azionari USA registrano aumenti compresi tra lo 0,4% e lo 0,6%, facendo presagire un’apertura positiva di Wall Street nel corso della giornata dopo la chiusura di inizio anno peggiore segnata venerdì.

Sulla divisione Comex del New York Mercantile Exchange, l’oro con consegna a febbraio sale di 1,40 dollari, o dello 0,13%, a 1.099,30 dollari l’oncia troy alle 09:55 GMT, o alle 05:55 ET. Precedentemente il prezzo è salito a 1.108,30 dollari.

Venerdì, il prezzo è schizzato a 1.113,10 dollari, il massimo dal 4 novembre. Il metallo giallo ha subito un’impennata di 34,40 dollari, o del 3,54% la scorsa settimana, grazie alla richiesta di investimenti rifugio sulla scia dei crolli delle borse globali, dei timori per l’economia cinese e dell’aumento delle tensioni geopolitiche.

L’Indice del Dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, è in salita dello 0,23% a 98,69.

La richiesta di dollaro continua ad essere incoraggiata dal report positivo sull’occupazione statunitense per il mese di dicembre pubblicato venerdì.

L’economia statunitense ha aggiunto 292.000 nuovi posti di lavoro il mese scorso, dopo l’aumento rivisto al rialzo di 252.000 unità di novembre. Gli economisti avevano previsto un aumento di 200.000 nuovi posti di lavoro. Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al minimo di sette anni e mezzo del 5% a dicembre.

Il report ha alimentato le aspettative che la Federal Reserve possa alzare i tassi di interesse con un ritmo più veloce quest’anno.

Sempre sul Comex, i futures dell’argento con consegna a marzo salgono di 5,7 centesimi, o dello 0,41%, a 13,97 dollari l’oncia troy negli scambi della mattinata londinese.

futures del rame crollano al minimo dall’aprile del 2009 questo lunedì, dal momento che i crolli sui mercati azionari cinesi hanno ridotto l’appeal del metallo rosso.

I traders temono che il crollo dei titoli azionari possa diffondersi in altri settori economici in Cina e che la domanda del metallo industriale da parte della nazione asiatica possa subire una riduzione.

La scorsa settimana, il prezzo del rame è crollato di 5,4 centesimi, o del 5,13%, dal momento che il crollo delle borse cinesi ed il rapido deprezzamento dello yuan hanno pesato sul sentimento degli investitori.

La nazione asiatica, responsabile del 45% della richiesta globale di rame, può essere considerata il principale consumatore mondiale del metallo rosso.



Posted by bordingr at 11 Jan, 2016 12:08 PM Categoria: Notizie oro
Tags: