L’oro perde oltre l’1 per cento sulle prese di beneficio; il dollaro USA si rafforza


Maggio 09, 2016 21:54 (GMT)
By Analista FX Empire - James Hyerczyk

Lunedì i future del Comex Gold  di giugno hanno perso oltre l’1 per cento, dato che gli investitori hanno investito maggiori capitali nel dollaro USA e in materie prime più rischiose. L’impossibilità di rompere la soglia psicologica dei $1.300 la scorsa settimana e la possibilità di due aumenti dei tassi di interesse in quest’anno da parte della Fed hanno incoraggiato gli investitori in oro di lunga data a trarre profitto dopo i recenti aumenti dell’oro.

Secondo i dati della Commodity Futures Trading Commission, nella settimana fino al 3 maggio i gestori di hedge funds e valute hanno aumentato ancora le loro posizioni lunghe sui contratti del Comex oro. Tuttavia, i mercati potrebbero saturarsi con i trader rialzisti dell’oro, e ciò potrebbe portare i mercati a correggere o a consolidare per attrarre nuovi compratori.

Lunedì l’US Dollar Index di giugno è salito dello 0.2 per cento, spinto da una caduta dello Yen giapponese. L’USD/JPYera in rally a 108.383, in rialzo di 1.288 o +1.20%. La coppia Forex è stata spinta in rialzo dopo che il ministro delle finanze giapponese ha dichiarato che Tokio era pronta ad intervenire sui mercati valutari, se necessario.

Il dollaro è stato anche aiutato dai commenti del Presidente della Federal Reserve di New York William Dudley, che ha detto nel week end che l’aumento del tasso d’interesse statunitense resta “una ragionevole previsione” per quest’anno.

La mancanza di nuove notizie economiche dall’Eurozona ha messo in scacco l’EUR/USD. Il GBP/USD è rimasto sotto pressione, dato che gli investitori continuavano a rimuginare sulla possibilità di un’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Lunedì i prezzi del greggio di giugno hanno lasciato più del 3 per cento, dato che i trader hanno valutato l'impatto degli incendi sulla produzione di petrolio del Canada, e dopo un ulteriore rapporto su un aumento delle scorte presso il centro americano per i future del greggio .

I prezzi ad inizio sessione erano in rialzo di quasi il 2 per cento, con gli investitori che consideravano le perdite giornaliere nelle scorte canadesi in più di un milione di barili al giorno. Tuttavia, i mercati sono andati in ipercomprato, con gli speculatori che hanno spinto il greggio U.S. West Texas Intermediate sopra al contratto internazionale del Brent, una mossa insostenibile a lungo termine.

In aggiunta al sentimento ribassista di lunedì c’è stato il rapporto della società di market intelligence  Genscape di un aumento d’inventario di 1.4 milioni di barili all’hub di consegna per i future WTI di Cushing, in Oklahoma. La notizia è bastata a far pendere la bilancia domanda/offerta di oggi, contribuendo al calo dei prezzi.Lunedì le scorte statunitensi sono stata scambiate in gran parte al ribasso, con il calo dei prezzi del petrolio. Anche i rendimenti del Tesoro erano inferiori, anche se sopra i minimi raggiunti venerdì. Questo significa che gli investitori del Tesoro stanno ancora scommettendo che ci saranno meno di due rialzi dei tassi da parte della Fed.


Posted by bordingr at 10 May, 2016 8:09 AM Categoria: Notizie oro
Tags: