Oro spinto in rialzo dalle azioni di copertura short in seguito a un avvio debole degli indici azionari USA
Inviato
By Analista FX Empire - James Hyerczyk 

Mercoledì su Comex, dopo un avvio di sessione debole che ha spinto il mercato ai minimi dal 1 luglio, i future sull'oro con scadenza ad agosto si muovono in rialzo e guadagnano 2,60 $ (+0,19%) attestandosi a 1337,90 $. Il mercato dell'oro sta cercando di recuperare le forti perdite di martedì, quando si è registrato il più forte calo dei prezzi delle ultime sette settimane.

Dietro la debolezza di martedì l'imponente rally sui mercati azionari globali che ha sottratto capitale precedentemente investito in oro come bene rifugio contro le possibili ripercussioni della Brexit. Il clima di tensione si è leggermente allentato con un superamento dell'incertezza politica in Gran Bretagna dopo la nomina del nuovo Primo Ministro.

Theresa May, che mercoledì prenderà il posto dell'attuale Primo Ministro della Gran Bretagna, ha fatto sapere di voler istituire un nuovo dipartimento governativo per portare avanti il processo di uscita del paese dall'Unione Europea.

Oltre ai prezzi dei future in rialzo, sale dello 0,4% anche il prezzo dell'oro spot, che si attesta a 1336,90 $ l'oncia, dopo essere sceso martedì ai minimi in quasi due settimane a quota 1329,75 $, in ribasso dell'1,7% (la più forte flessione giornaliera dal 24 maggio).

Dato il buono stato di salute dei mercati azionari globali – e in vista di ulteriori misure di stimolo da parte della Banca del Giappone e della Banca d'Inghilterra - molti trader ritengono che l’oro potrebbe incontrare difficoltà nel sostenere un rally, se non verranno in soccorso notizie di un qualche disordine provocato dall'uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Oltre a quanto detto, ritengono che coloro fra gli investitori long che hanno perso l'opportunità di vendere in prossimità del massimo saranno incoraggiati ad effettuare le prese di beneficio a fronte di ogni pur lieve rally, limitando eventuali guadagni.

I trader dell'oro stanno anche reagendo negativamente al rilascio dei dati incoraggianti sull'occupazione negli USA diffusi venerdì, che potrebbero mettere la Fed nelle condizioni di aumentare i tassi di interesse prima della fine dell'anno, prospettiva che contribuisce a sostenere il dollaro USA, con possibili ripercussioni sul mercato dell'oro, denominato in dollari.

Martedì, il presidente della Fed di San Louis James Bullard ha dichiarato, in un discorso scritto, di credere ancora nella necessità di aumentare i tassi una volta in un futuro prossimo.

I trader dell’oro si tengono pronti anche a una possibile spinta ribassista in settimana, quando la banca di Inghilterra potrebbe decidere per il taglio dei tassi di interesse; inoltre, i discorsi di mercoledì del presidente della Fed di Dallas Robert Kaplan, quello del presidente della Fed di Atlanta Dennis Lockhart atteso per giovedì e il discorso del presidente della Fed di San Francisco John Williams di venerdì potrebbero provocare movimenti di mercato.

30-minute-Gold-1

Posted by bordingr at 13 Jul, 2016 9:19 AM Categoria: Notizie oro
Tags: