Oro in ribasso sulla scia di minori preoccupazioni economiche. Gli occhi sono tutti puntati sulla riunione della BCE
Inviato
By Analista FX Empire - Barry Norman


Wall Street posta nuovi massimi poiché i trader hanno spostato i propri investimenti dai porti sicuri come oro e argento. Il metallo giallo perde più dell'1% o 14,80$ ed É negoziato in prossimità dei minimi delle ultime tre settimane a 1318,00$. L'argento segue le orme del prezioso postando un calo di 445 punti pari al 2% ed è scambiato a 19,568$. Il biglietto verde continua a guadagnare terreno sulla scia di costanti numeri economici rialzisti e di un possibile innalzamento dei tassi di interesse. L'indice del dollaro si attesta su quota 97,19. Sorprendentemente il platino resta al di sopra dei 1000$; il prezioso perde 11$ per attestarsi su quota 1.087,65. Giovedì, nella sessione asiatica, il metallo giallo amplia le sue perdite ed è scambiato a 1.314,45$. Il prezioso rimbalza leggermente nella sessione del mattino guadagnando lo 9,47% per attestarsi su quota 1.318,39$.

Il Dow sembra proiettato verso la sua settima chiusura settimanale rialzista sulla scia di numeri trimestrali più forti del previsto. In particolare, il , Morgan Stanley MS ha stupito Wall Street con un rincaro del 2,27%. Il Dow Jones ha aggiunto lo 0,2% raggiungendo quota 18.601, l'indice S & P 500 guadagna  lo 0,2% per attestarsi su quota 2.167, mentre il Nasdaq registra un rincaro dello 0,4% raggiungendo i 5.056.

Giovedì i trader dell'oro resteranno in disparte in previsione della riunione della BCE che si terrà alle 14,45 e alla conseguente conferenza stampa prevista per le 15.30 GMT. Sebbene non siano previste modifiche della politica attuata dalla BCE, il momento clou della giornata riguarderà le dichiarazioni del presidente della BCE, Mario Draghi,  che dovrebbe affrontare il tema Brexit e presentare il programma di acquisto di bond della BCE.

Il sentimento globale ha recuperato rapidamente dallo shock innescato dal Bretix a fine giugno, tuttavia, martedì il Fondo Monetario Internazionale ha tagliato le sue previsioni di crescita globale per i prossimi due anni, citando l'incertezza sul uscita incombente della Gran Bretagna dall'Unione europea.

L'oro, che quest'anno ha guadagnato il 25% è estremamente sensibile a tassi crescenti, poiché aumentano il costo di detenere attività prive di rendimento come i lingotti, scenario che spinge il dollaro statunitense in rialzo.

gold silver

"Tecnicamente, sembra che la recente debolezza del mercato aurifero inizi a rallentare; il prezioso dovrebbe formare una base in prossimità dei 1.325-35$" queste le dichiarazioni rilasciate in una nota da James Gardiner analista MKS.

Secondo Wang Tao, analista tecnico Reuters l'oro sembra essere destinato a raggiungere i 1313$ l'oncia dopo aver completato in suo consolidamento.

Le crescenti aspettative che vedono la Banca del Giappone allentare ulteriormente il suo stimolo monetario hanno spinto l'indice del dollaro in prossimità dei massimi degli ultimi quattro mesi. Gli analisti, e presumibilmente la Fed, sono convinti che l'economia statunitense stia mostrando segnali di ripresa, scenario che incrementerebbe la possibilità di assistere ad un innalzamento dei tassi di interesse degli Stati Uniti.

US dollar growth

Tale scenario aumenterebbe il costo di detenere attività prive di rendimento come i lingotti, spingendo il dollaro statunitense in rialzo. Detto questo, ci sembra opportuno ricordare come il metallo giallo sia negoziato in dollari e come un rialzo del biglietto verde renda il prezioso più costoso per i detentori di altre valute.

La Fed dovrebbe mantenere invariato i suoi tassi di interesse durante la riunione di luglio, tuttavia, gli analisti non escludono la possibilità di assistere ad un ulteriore innalzamento entro la fine dell'anno.

I trader cercheranno maggiori indizi nella dichiarazione politica del Federal Open Market Committee prevista per Mercoledì.

L'inaspettato esito del referendum tenutosi nel Regno Unito il 23 giugno e la conseguente incertezza per l'economia globale hanno supportato l'ascesa del metallo giallo spingendo il prezioso verso livelli record.

I numeri sulle nuove abitazioni negli Stati Uniti, relativi al mese di giugno, sono risultati più forti del previsto; l'attività di costruzione sembra aumentata, tuttavia, abbiamo una revisione ribassista rispetto ai mesi precedenti, scenario che mostra un settore leggermente altalenante nel secondo trimestre.
Posted by bordingr at 21 Jul, 2016 2:34 PM Categoria: Notizie oro
Tags: