L’Oro Si Mantiene Stabile A Seguito Di Una Domanda Sostenuta

2 ore faDaColin First

Il mercato aurifero continua a languire ai livelli minimi pur riuscendo a mantenersi stabile nonostante il violento assalto del dollaro statunitense che ha travolto parecchi strumenti finanziari a livello globale. La materia prima è riuscita a mantenersi al di sopra dei 1200$ principalmente a seguito della domanda dall’Asia. Come sapranno alcuni dei nostri seguaci, l’India ha dematerializzato le banconote da 500 e da 1000 rupie e ciò ha comportato una situazione nella quale l’abbondanza di contante in possesso della popolazione dell’India verrà utilizzato nella maggior quantità possibile per acquistare beni tangibili per costituire un patrimonio per il loro futuro.

Pertanto una delle strade di conversione del contante in beni realiè l’investimento nell’oro, nella speranza che non venga tracciato e anche nell’auspicio che alla fine il metallo prezioso possa muoversi in rialzo. Detto questo, siamo di fronte a una eccessiva domanda del metallo prezioso proveniente dall’India, sin dal 10 novembre scorso, data nella quale è stata annunciata la decisione di eliminare le suddette banconte dal mercato. Inoltre, ci sono notizie di un possibile freno alle importazioni dell’oro da parte dell’India, nel prossimo futuro, e anche questo ha comportato un aumento della domanda del prezioso per trovarsi con scorte sufficienti, quando tali limitazioni verranno messe in atto. Questa è una delle ragioni della forte domanda che sta mantenendo i prezzi di questo metallo al di sopra dei 1200$, sebbene i maggiori interessi sui titoli di stato in America e la forza della moneta statunitense abbiamo aiutato a infrangere i supporti di parecchie altre coppie di divise.
Anche rispetto all’andamento dei prezzi dell’argento, questa è una delle ragioni che hanno permesso a questo metallo di mantenersi al di sopra dei 16$, in sincrono con i prezzi dell’oro. Aspettatevi qualche ulteriore consolidamento e movimento dei prezzi sia per l’oro che per l’argento con il mercato che si stabilizza dopo questo periodo di rafforzamento della moneta statunitense.

I prezzi del petrolio hanno goduto di una mattina generalmente positiva, sospinti dalle notizie che la Russia farà il possibile per collaborare con i produttori petroliferi in merito alla riduzione delle estrazioni. Tale affermazione viene dallo stesso Putin che ha dichiarato che i produttori sono molto vicini ad un accordo sui tagli alle estrazioni e anche la Russia offrirà la sua collaborazione in questo procedimento. Ciò ha comportato che i prezzi del combustibile risalissero velocemente sopra i 47$ restando a questo livello, mentre scriviamo. Se la trattativa procede positivamente durante l’incontro, aspettatevi una notevole corsa in rialzo dei prezzi petroliferi verso l’obiettivo dei 55$ e oltre.

Posted by bordingr at 21 Nov, 2016 2:24 PM Categoria: Notizie oro
Tags: