I Rialzisti dell’Oro Approfittano della Debolezza del Dollaro
Prezzo dell’oro in calo ma le perdite restano limitatePrezzo dell’oro in calo ma le perdite restano limitate
Materie prime & Futures1 ora fa (30.06.2017 09:06)

Investing.com - Il prezzo dell’oro scende questo venerdì, pesano ancora i dati positivi sulla crescita economica USA della seduta precedente, anche se i commenti delle banche centrali limitano i guadagni del biglietto verde.

Sulla divisione Comex del New York Mercantile Exchange, i future dell’oro con consegna ad agosto scendono dello 0,08% a 1.244,91 dollari.

Il contratto di agosto ha chiuso la seduta di ieri in calo dello 0,26% a 1.245,80 dollari l’oncia.

I future troveranno supporto a 1.236,50 dollari, il minimo del 26 giugno e resistenza a 1.255,70 dollari, il massimo dal 28 giugno.

I dati ufficiali di ieri hanno rivelato che il prodotto interno lordo USA è salito dell’1,4% nel primo trimestre, dato rivisto al rialzo dalla lettura precedente dell’1,2%. Gli analisti avevano previsto che la crescita restasse invariata.

I dati incoraggianti hanno alimentato le aspettative di vedere nuovi aumenti dei tassi USA quest’anno.

La Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse all’inizio del mese, senza escludere altri aumenti nel corso dell’anno, sebbene la recente serie di dati economici abbia fatto dubitare gli investitori della capacità della Fed di attuare il piano di inasprimento previsto.

Il metallo prezioso risente dell’andamento dei tassi di interesse USA, il cui aumento fa salire il costo degli investimenti senza rendimento come i lingotti.

Tuttavia, i guadagni del dollaro restano limitati dalle parole di martedì del Presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi, secondo cui la banca potrebbe presto iniziare a ridimensionare il quantitative easing.

Inoltre, mercoledì il Governatore della Banca d’Inghilterra Mark Carney ha affermato che una riduzione dello stimolo monetario potrebbe rendersi necessaria man mano che diminuirà la capacità inutilizzata dell’economia.

Un dollaro debole rende l’oro meno costoso per i titolari di altre valute.

Sempre sul Comex, i future dell’argento con consegna a luglio salgono dello 0,11%, a 16,600 dollari l’oncia troy, mentre i future del rame con consegna a settembre sono in salita dello 0,65% a 2,713 dollari la libbra.

Posted by bordingr at 30 Jun, 2017 11:00 AM Categoria: Notizie oro
Tags: