L’Oro Posta Nuovi Massimi, Il Rame Segna Nuovi Record
Inviato July 03, 2014 6:13 (GMT
Da Analista FX Empire - Barry Norman 

gold wednesday bnsIeri, il mercato aurifero si muove al ribasso nella sessione asiatica sul retro di una presa di beneficio effettuata ai trader. Dopo aver rotto al di sopra dei 1330$ nella sessione di mercoledì, il prezioso perde 6.70$ per attestarsi su quota 1.324,20$. I forti numeri provenienti dagli Stati Uniti hanno spinto il dollaro al rialzo, infatti, questa mattina, la valuta è scambiata a 80.02$. Il presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, risponde al Fondo Monetario Internazionale di  Washington affermando che: ” Non c’è bisogno di alzare i tassi di interesse per via dei rischi alla stabilità finanziaria, che deve essere gestita con strumenti regolatori”.

Nel mese di giugno l’ADP Private Payrolls registra un incremento di 281.000 posti di lavoro, numeri nettamente al di sopra dei 200.000 precedentemente stimati,  che mostrano il più grande incremento dal 2012. A tale proposito, ricordiamo come il rapporto sulle buste paga nei settori non agricoli statunitensi verrà rilasciato dal Dipartimento del Lavoro con un giorno d’anticipo; i trader prevedono un’altro mese di solida crescita occupazionale. Le stime parlano di un incremento leggermente al di sopra dei 200.000 nuovi posti di lavoro, tuttavia il range oscilla tra i 199.000 e i 290.000. Si prevede che il tasso di disoccupazione rimanga stabile al 6,3%. Detto questo, ricordiamo come nel mese di maggio il Dipartimento del Lavoro abbia mostrato un incremento di 217.000 posti di lavoro nell’economia statunitense.

Dopo aver postato i massimi degli ultimi 10 mesi il platino si muove al ribasso, mentre il palladio ferma l’ascesa degli ultimi otto giorni. L’oro sul Comex scende dello 0,5% mentre le partecipazioni sull’SPDR Gold Trust,  il più grande fondo comune di investimento garantito in oro del mondo, rimangono invariate a 796,39 tonnellate, i massimi dal 16 aprile. Inoltre, il 19 giugno, dopo che la Fed  ha dichiarato di voler mantenere i tassi d’interesse a livelli bassi per un “tempo considerevole” aumentando così le preoccupazioni relative all’inflazione, i future del metallo giallo postano il più grande incremento degli ultimi nove mesi. Nella sessione di ieri, l’argento si muove al rialzo postando i massimi delle ultime quindici settimane. Il palladio registra il rally più lungo degli ultimi 33 mesi.

Dopo aver raggiunto gli 1,519.38$ nella sessione di ieri, questa mattina il  platino perde lo 0,6% per attestarsi su quota 1,500.88$ l’oncia. Il palladio arresta la sua corsa di 8 giorni perdendo lo 0,4% ed è scambiato a 853,90 $ l’oncia. L’Argento, dopo aver testato i massimi dal 17 marzo a 21,291$, perde lo 0,3% ed è negoziato a 21,0936$ l’oncia. Il metallo bianco posta il suo primo guadagno trimestrale dal 2011. Quest’anno il metallo giallo guadagna l’11% sul retro delle tensioni insorte in Iraq e in Ucraina, tensioni che hanno incrementato la domanda di metallo giallo da sempre considerato come un porto sicuro per i propri investimenti. Il prezioso è stato anche supportato da una vacillante ripresa economica statunitense.

Ricordiamo come da dicembre 2008 a giugno 2011 il prezioso abbia registrato un incremento del 70%, la banca centrale ha acquistato il debito per sostenere l’economia, alimentando così le preoccupazione riguardanti un possibile aumento dell’inflazione.

Questa mattina il rame posta livelli record ed è scambiato a  3,259$. Nella sessione asiatica, i prezzi del prezioso sul London Metal Exchange si muovono al rialzo  supportati anche dai dati occupazionali statunitensi e da un mercato fisico cinese piuttosto limitato. A tale proposito ricordiamo come l’ultimo PMI manifatturiero della Cina abbia mostrato un ulteriore incremento passando dai 50,8 di maggio ai 51 di giugno. La Cina è il più grande consumatore mondiale di metallo rosso e rappresenta circa il 40% della domanda. Detto questo, sebbene la tendenza del rame resti comunque ribassista, non escludiamo la possibilità di assistere ad ulteriori rincari. Mercoledì il metallo rosso chiude in prossimità dei massimi degli ultimi 4 mesi sul retro di una crescita economica che spinge i prezzi del metallo industriale fortemente al rialzo.

Posted by bordingr at 03 Jul, 2014 8:24 AM Categoria: Notizie oro
Tags: