L’oro risente dei sell stop di natura tecnica
July 14, 2014 19:34 (GMT)
Da Analista FX Empire - James Hyerczyk

I futures dell’oro in scadenza ad agosto sono crollati dopo che i trader non sono riusciti a mantenere stabile il rialzo di 1.3% della scorsa settimana, dando così agli investitori long la possibilità di fare profitti. La scorsa settimana il prezioso si era mosso in rialzo dopo che la compagnia legata alla seconda banca più grande del Portogallo è risultata insolvente nel pagamento del debito, scatenando molte preoccupazioni sulla situazione economico-finanziaria della regione.

gold monday bns

Oggi il break è stato generato dalle paure inerenti le tempistiche che la Fed utilizzerà per innalzare i tassi d’interesse. L’oro ha rotto quando gli stop di vendita sono scattati in corrispondenza dei 1330.00 e dei 1328.10. Il break ha mandato il mercato direttamente verso il prossimo angolo di supporto a 1316.10 dollari.

I futures del petrolio in scadenza a settembre hanno subito una leggera pressione di vendita dopo l’ondata forte della scorsa settimana. A fine sessione le condizioni di ipervenduto e le tensioni in Medio Oriente potrebbero incoraggiare i prenditori di profitto e la strategia della copertura breve.

La forte disponibilità negli USA e le preoccupazioni inerenti i problemi in Medio Oriente hanno dettato legge nel mercato per le ultime settimane. L’intensificazione delle violenze in Libia e Iraq potrebbero aiutare i prezzi a stabilizzarsi così come gli investitori nella loro presa di posizione di fronte ai dati economici in uscita in Cina, dati tra cui spiccano rapporti sul PIL del secondo trimestre, sulla produzione industriale e sulle vendite al dettaglio.

L’incapacità di rompere della coppia EUR/USD, dopo aver raggiunto la principale zona di rintracciamento da 1.3606 a 1.3584, ha alimentato un rally di copertura breve visto che gli investitori hanno abbandonato il lato corto del mercato. Il movimento in ogni caso è stato limitato ad un’altra zona di rintracciamento da 1.3638 a 1.3652. Questa azione dei prezzi è servita da conferma che la coppia forex è chiusa all’interno di un intervallo.

Fondamentalmente il PIL della zona euro è calato dell’1.1%. Gli analisti si aspettavano un lieve aumento dello 0.3%. Più tardi oggi alle 1:00 p.m. EDT, il Presidente della Bce Mario Draghi dovrebbe parlare. Parte del rally di oggi potrebbe essere attribuito alla copertura breve prima del suo discorso.

La coppia GBP/USD è andata sotto pressione di nuovo ed è nella posizione di rompere sul grafico giornaliero se quota 1.7084 fallisse come supporto. La coppia forex potrebbe divenire vittima delle condizioni di ipervenduto. Due settimane fa, i dati della US Commodity Futures Trading Commission hanno mostrato che l’interesse d’acquisto della sterlina ha raggiunto il più alto livello dal 2007. Questo sembrerebbe essere segnale della presenza di troppi compratori. Senza compratori un mercato non si può normalmente muovere in rialzo, gettando le basi di una fase di vendite.

Lo scorso venerdì la CFTC ha riferito che i rialzisti hanno rivisto al ribasso le loro aspettative sulla sterlina perché molti Hedge funds e grossi speculatori sembrano essere meno interessati di prima alla valuta. Questo sarebbe segno di forte liquidazione ed il trend potrebbe continuare finché il più debole degli investitori long uscirà dal mercato.

Le prese di posizione in attesa del rapporto di martedì sull’inflazione hanno comunque contribuito al calo. La BoE ha posto come tasso target per l’inflazione un 2.0% m gli investitori attendono un rapporto che mostri un aumento dell’1.6%, rispetto all’1.5% di giugno.

Posted by bordingr at 15 Jul, 2014 8:08 AM Categoria: Notizie oro
Tags: