Il Rame Si Muove Al Rialzo Mentre i Trader Dell’Oro Dormono
July 22, 2014 9:39 (GMT)
Da Analista FX Empire - Barry Norman
Il Rame Si Muove Al Rialzo Mentre i Trader Dell'Oro Dormono

Il Rame Si Muove Al Rialzo Mentre i Trader Dell’Oro Dormono

Stando a quanto dichiarato dalla Daiwa Securities Co, entro la fine del 2014 l’euro dovrebbe postare i massimi degli ultimi sei anni contro lo yen poiché la velocità di stampa della moneta da parte della Banca Centrale Europea è nettamente più lenta di quella della Banca del Giappone. A distanza di poco più di un anno da quando ha ricevuto l’appoggio per il precedente alleggerimento quantitativo, il presidente della BoJ, Haruhiko Kuroda, cerca ancora di convincere i membri del consiglio di poter raggiungere l’obbiettivo di inflazione prestabilito. I flussi e i riflussi delle banche centrali stanno avendo poco effetto sul commercio metalli.

Ultimamente i trader hanno potuto monitorare pochi dati poiché le notizie rilasciate riguardano quasi interamente l’attuale problema geopolitico internazionale. I trader si muovono ai margini dei mercati poiché il volume del forex e delle materie prime sembra diminuire. L’oro è scambiato al di sotto dei massimi degli ultimi tre mesi mentre il dollaro guadagna terreno sul retro di un miglioramento delle prospettive di una crescita statunitense, fattore che contrasta la domanda del metallo giallo da sempre considerato come un porto sicuro per i propri investimenti. Ricordiamo come le recenti tensioni geopolitiche insorte in Ucraina e a Gaza abbiano supportato la domanda del prezioso. Questa settimana, il metallo giallo si muove al ribasso perdendo 1,90$ ed è scambiato a 1,312,00$. A tale proposito, ci sembra opportuno segnalare come il 10 luglio il prezioso abbia postato i massimi dal 19 marzo a 1345,17$ e come la scorsa settimana abbia postato il primo calo delle ultime sette settimane. Ricordiamo come lo scorso anno il mercato aurifero abbia posto fine alla sua ascesa durata 12 anni registrando una perdita del 28%. La mossa è stata dettata dalle forti aspettative riguardanti la crescita economica statunitense e il programma di ridimensionamento Fed. Detto questo, i leader statunitensi ed europei continuano a diffondere il messaggio riguardante un possibile isolamento della Russia, isolamento dettato dall’abbattimento di un aereo di linea malese presso i confini ucraini, Il missile lanciato sembra essere stato fornito dai russi. Il Segretario di Stato americano John Kerry si è recato al Cairo nella speranza di riuscire a porre fine ai combattimenti a Gaza.

 
Negli ultimi mesi il mercato aurifero ha registrato una forte ascesa sul retro delle numerose tensioni geopolitiche che hanno spinto gli investitori ad investire nel metallo giallo da sempre considerato come un porto sicuro. L’argento si muove al rialzo ed è scambiato a 20.94$ contro i 20,92$ di ieri. Il platino perde lo 0,2% ed è negoziato a 1,487.88$ l’oncia mentre il palladio registra un calo dello 0,5% per attestarsi su quota
871$.

Il rame si muove al rialzo guadagnando 21 punti ed è negoziato a 3219$. questa mattina i trader hanno investito nel prodotto approfittando dei prezzi convenienti. Ricordiamo come lunedì il metallo rosso abbia postato i minimi delle ultime tre settimane sul retro delle forti preoccupazioni riguardanti la salute del mercato immobiliare cinese e dei numeri più forti del previsto riguardanti le scorte di metallo. Ricordiamo come la scorsa settimana il rame sull’LME abbia registrato una perdita del 2,4%, postando il più grande calo settimanale da metà marzo. Stando a quanto riportato da James Glenn, analista della National Australia Bank di Melbourne , ” I recenti dati cinesi hanno mostrato numeri più forti del previsto, tuttavia, il mercato immobiliare ha registrato un rallentamento”. I prezzi del rame dovrebbero rimanere pressoché invariati fino alla fine dell’anno poiché le forti difficoltà mostrate da Indonesia e Mongolia nell’incrementare le scorte e la mancata copertura delle azioni dovuta al recente scandalo finanziario che ha coinvolto i mercati, dovrebbero compensare l’incremento avvenuto altrove.

Posted by bordingr at 22 Jul, 2014 10:43 AM Categoria: Notizie oro
Tags: