L’Impennata del Dollaro Usa Innesca un’Ondata di Vendite sul Mercato dell’Oro
Inviato September 02, 2014 17:01 (GMT)
Da Analista FX Empire - James Hyerczyk

Martedì al Comex i futures dell’oro per il mese di dicembre hanno sperimentato un brusco ribasso; il rafforzamento del dollaro Usa ha controbilanciato la spinta rialzista legata alla debolezza dei mercati azionari e all’inasprimento delle tensioni in Ucraina. Ieri i mercati sono rimasti chiusi a causa delle festività del bank holiday, e i trader hanno focalizzato l’attenzione sulla nota ufficiale della Banca Centrale Europea, attesa del giovedì, e sul Rapporto delle Buste Paga del settore non agricolo negli USA, atteso per venerdì. Per queste ragioni i venditori short potrebbero aver colto i compratori “nel sonno”, innescando un’accelerazione al ribasso.

GOLD-BARSA contribuire al rialzo del dollaro di oggi sono stati anche i dati incoraggianti sul PMI ISM del settore manifatturiero. Il rapporto ha mostrato un salto da 57,1 a 59,0, mentre i trader avevano previsto una lettura a 57,0. Anche le spese nel settore edilizio hanno registrato incrementi superiori alle aspettative, da -0,9% a +1,8%, rispetto a stime che suggerivano uno 0,9%.

Nel corso della giornata di martedì, la combinazione dei dati economici positivi provenienti dagli Usa con le aspettative di ulteriori misure di stimolo da parte della Banca Centrale Europea hanno contribuito a tenere sotto pressione la coppia EUR/USD. In vista della riunione di giovedì della BCE, questa settimana il volume di scambi potrebbe subire una contrazione. Nonostante le aspettative ribassiste in vista della riunione del 4 settembre, lo scarso volume potrebbe creare le condizioni ideali un’elevata volatilità in entrambe le direzioni.
Oggi GB ha reso noto il valore, superiore alle aspettative, dell’indice PMI del settore edilizio, ma questo non è bastato ad attirare nuovi acquirenti, segno del fatto che i trader sono più concentrati sulla riunione di politica monetaria di giovedì 4 settembre della Banca d’Inghilterra e sul Rapporto sulle Buste-Paga del settore non agricolo negli Usa, atteso per venerdì.

Martedì il petrolio greggio per il mese di ottobre ha registrato un ribasso; il rafforzamento dell’economia statunitense potrebbe aver contribuito al rally della scorsa settimana, ma l’impennata del dollaro di questa settimana potrebbe aver compromesso la desiderabilità del petrolio valutato in dollari per i trader stranieri.

L’eccesso di offerta dovrebbe continuare a pesare sui prezzi del petrolio. La fine della stagione degli esodi potrebbe anche comportare una caduta nella domanda di benzina e di petrolio; il mercato potrebbe sperimentare una fase di formazione di un livello di fondo di breve termine, ma potrebbero essere necessari diversi giorni.

Considerate il fatto che il volume atteso dovrebbe essere basso per tutta la settimana, ma tenetevi comunque pronti a un’elevata volatilità dei prezzi.

Posted by bordingr at 03 Sep, 2014 10:04 AM Categoria: Notizie oro
Tags: